Attenzione!

Questo Sito Web non utilizza

Cookie Tecnici ne Analitici

Cookie Policy - OK per Continuare

ASD

Pattinaggio Artistico

GARDALAGO

Desenzano - Lonato

Sirmione - Manerba -(BS)

Home
Su

 

Dicono di Noi 

PATTINAGGIO: l’ora dei «tricolori» solo dance
 
La solo dance è una specialità emergente del PATTINAGGIO, una disciplina che sta regalando al movimento sportivo di Brescia grandi soddisfazioni e che è ormai pronta a vivere la competizione più importante dell’anno. Da venerdì a domenica, infatti, a Bologna S. Lazzaro si svolgeranno i Campionati Italiani Fip di categoria, un vero e proprio evento che ha già richiamato l’attenzione di tutti i più forti pattinatori del panorama nazionale. La grande caccia all’ambito titolo tricolore è dunque aperta ed in questa selettiva sfida anche i portacolori della nostra provincia sono fermamente decisi a dire la loro, recitando un ruolo di primissimo piano come esige l’indubbia tradizione bresciana in questo sport. Tra le colonne di questa spedizione targata Brescia senza dubbio meritano un occhio di riguardo Roll Club Bettini e Gardalago, le due società dell’Aics che sono pronte a giocare le più che interessanti carte a loro disposizione per conquistare qualche illustre affermazione. Le premesse per riuscire in una simile impresa ci sono tutte e la voglia di fare e la determinazione che anima i due sodalizi affiliati all’associazione del presidente Mario Gregorio sono le colonne ideali per premiare nel modo più bello tutti gli sforzi ed i sacrifici che dirigenti, tecnici ed atleti portano avanti ogni giorno, animati solamente dalla passione per il PATTINAGGIO e dalla voglia di emergere. Una specialità dalle grandi prospettive e da valorizzare a dovere come la solo dance, poi, è pronta a fare il resto, attrezzando per il movimento bresciano una autentica festa dalle forti tinte tricolori.
Bresciaoggi;  martedì 19 giugno 2007 sport pag. 34

 

LONATO. Il Comune ha siglato una convenzione con un privato, che cede il terreno per poter costruire

Il Palazzetto ora raddoppia     Nell’area Marchesino sorgerà un’altra struttura di 2000 mq
 
BRESCIAOGGI venerdì 15 giugno 2007 provincia pag. 27

È stato siglato in questi giorni il primo atto che porterà il Comune di Lonato a dotarsi di un secondo Palazzetto dello Sport.
A dare la buona notizia è stato lo stesso assessore all’Urbanistica, Roberto Tardani.
Si tratta della firma di una convenzione urbanistica, che prevede la cessione gratuita di un’area di 12 mila metri quadrati da parte del privato, la signora Giuseppina Viola, al Comune di Lonato. La superficie è collocata a ridosso dell’attuale Palasport, in località Marchesino, e quindi vicino al complesso delle scuole elementari del capoluogo.
In cambio il privato ottiene di poter costruire per 4.700 metri cubi, che sarà in parte residenziale e per il resto commerciale.
«Sono particolarmente soddisfatto dell’esito della trattativa - dice l’assessore Tardani - che permette da un lato di dare avvio alle pratiche per raddoppiare l’attuale palestra, ormai insufficiente alle richieste della cittadinanza. Con questa convenzione si chiude anche un contenzioso che durava da trentacinque anni, in merito alla proprietà su cui fu realizzato l’edificio delle elementari. Costruzione che fu avviata senza avere ancora la piena disponibilità dell’area».
Sul terreno ceduto al Comune è prevista anche la realizzazione di una grande strada di sei metri, dotata di tutte le opere di fognatura, rete idrica e gas.
La firma della convenzione soddisfa ovviamente anche l’assessore allo Sport Ettore Prandini, che ha già in mano un progetto di massima del Palazzetto, elaborato dall’Ufficio tecnico comunale con la consulenza dell’architetto Giulio Sigurtà. Si tratta di una struttura di 2000 metri quadrati.
Costerà 2 milioni di euro, cifra che però potrebbe crescere, se verranno adottate soluzioni tecnologiche avanzate, che prevedono il fotovoltaico e sonde geotermiche per il riscaldamento. Il 50% della spesa è a carico della Provincia. Il tetto sarà realizzato con travi lamellari, mentre tra le due palestre sarà creato un unico grande ingresso, per dare l’idea della continuità.
Per far questo allineamento sarà rimossa buona parte della collina esistente. Sarà conservato un certo profilo ad ellisse, che partirà dai sette metri, per arrivare nella parte più alta a 13. Il nuovo Palazzetto ospiterà due campi da gioco per il basket e la pallavolo. Spazio inoltre per la pallamano, per la ginnastica artistica, per le arti marziali, il PATTINAGGIO e le altre discipline.
All’interno è previsto anche un magazzino, come deposito delle attrezzature, un salone per le riunioni ed alcune salette per incontri più ristretti. Completano la struttura gli spogliatoi. La tabella di marcia prevede l’approvazione del progetto definitivo entro l’autunno ed inizio e completamento dell’opera per la fine del 2008.
Dal 1993 l’attuale Palazzetto dello Sport viene gestito tramite un’apposita convenzione dalla Società Basket Aquile, che si sobbarca il totale carico dei costi. Di contro, la stessa ha l’utilizzo della struttura di oltre 2000 metri quadrati, venendo incontro alle esigenze delle scuole elementari, dell’Itis e delle società sportive. Una situazione che è oramai divenuta insostenibile, tant’è che alcuni gruppi, per mancanza di spazio, devono migrare verso Calcinato, Padenghe o Pozzolengo.

Roberto Darra

 

Al Palasport il Giro del mondo sui pattini

Il pattinaggio artistico a rotelle sarà protagonista questo pomeriggio grazie all’associazione Gardalago. Si esibiranno oltre 120 atleti, tra cui una rappresentativa della Nazionale italiana

Oltre 120 atleti si esibiranno oggi a Lonato al «Roller show 2007 - il giro del mondo sui pattini» che si terrà alle ore 17 al Palasport. La manifestazione, giunta alla quarta edizione, avrà per protagonisti i soci dell’associazione sportiva «Gardalago» ed è organizzata al fine di far conoscere e valorizzare il pattinaggio artistico a rotelle nelle sue molteplici espressioni. Fiore all’occhiello dell’evento sportivo lonatese sarà una rappresentativa della Nazionale italiana di pattinaggio artistico, tra cui il quattro volte campione mondiale Roberto Riva, i bresciani Manuela e Marco Bornati, già due volte campioni del mondo, e la coppia artistica composta da Marika Zanforlin e Federico Degli Esposti, a loro volta da quattro anni campioni del mondo. Si esibiranno inoltre le due giovani promesse del pattinaggio a rotelle, Vittoria Reggiani e Luca Zanchetta, detentori di tre medaglie d’oro agli ultimi campionati italiani. A dare colore alla giornata saranno i più piccoli, che in numero sempre crescente scelgono di avvicinarsi a questo sport seguendo gli insegnamenti degli allenatori Silvio Trevisan e Pietro Mazzetti, anche loro ex atleti della Nazionale. Ricordiamo che l’associazione «Gardalago» si è costituita nel dicembre del 2002 per volontà di un gruppo di genitori, che hanno intrapreso la missione di divulgare il pattinaggio artistico a rotelle, sport così poco diffuso nella nostra regione ma sicuramente un’alternativa agli sport di massa. L’associazione organizza corsi per coloro che vogliono avvicinarsi a questo sport, sia con lezioni per principianti, a partire dai 4 anni, sia con corsi preagonismo e agonismo per gli atleti che vogliono cimentarsi nelle prime competizioni promozionali, ove il gioco e l’allegria dello stare insieme sono predominanti. L’obiettivo principale è la volontà di dare a tutti gli atleti un sostanziale aiuto al fine di migliorare la preparazione tecnica psico-fisica, unitamente alla componente artistica, sia nelle prove individuali che di gruppo. «Lo spettacolo - spiega Paolo Zuin presidente di Gardalago - vuole offrire ad appassionati e neofiti l’occasione di avvicinarsi a una pratica sportiva che, ingiustamente, giunge di rado agli onori della cronaca, ma che non ha mai mancato di regalare enormi soddisfazioni allo sport italiano. Lo spettacolo proposto sarà di altissimo livello, sia grazie ai numerosi ospiti di prestigio sia alle coinvolgenti coreografie, preparate dall'istruttrice Pamela Cagna».

Sara Mauroner tratto da Bresciaoggi  del 28/01/02007  i

BRESCIAOGGI DEL 27 gennaio 2006

Lo spettacolo degli allievi del PATTINAGGIO a rotelle

Si ripete per il terzo anno consecutivo a Lonato l’appuntamento con il PATTINAGGIO artistico a rotelle, il «Roller Show Lonato 2006 - Crazy circus». Lo spettacolo è organizzato dall’associazione Gardalago e si terrà domenica 29 gennaio alle 17 al Palasport di Lonato. Saranno oltre centotrenta gli atleti che nelle vesti di pagliacci, acrobati e domatori su pattini a rotelle si esibiranno in un evento gratuito collocato a conclusione delle manifestazioni previste in occasione della fiera. Sul parquet del palazzetto si alterneranno gli allievi della «Gardalago», il gruppo spettacolo «Harambee» e una rappresentanza della «Roncadelle Skating Club». Fiore all’occhiello dello spettacolo saranno tre pattinatori d’eccezione: il campione mondiale 2005 Roberto Riva, la bresciana Anna Frattini, medaglia di bronzo in Coppa Europa nella specialità «solo-dance», e la coppia artistica composta da Marika Zanforlin e Federico degli Esposti, da tre anni campioni del mondo.
A dare colore alla giornata saranno i più piccoli che in numero sempre crescente scelgono di avvicinarsi a questo sport. «Il PATTINAGGIO a rotelle - afferma Paolo Zuin, presidente dell’Associazione Gardalago - è un’attività che appassiona e diverte un numero sempre crescente di ragazzi e che sembra aver trovato una nicchia di eccellenza proprio nel basso Garda. Lo spettacolo vuole offrire ad appassionati e neofiti l'occasione di avvicinarsi a una pratica sportiva che, ingiustamente, giunge di rado agli onori della cronaca, ma che non ha mai mancato di regalare enormi soddisfazioni allo sport italiano. Le ragazze del gruppo agonismo si sono allenate anche nella pista esterna, con temperature vicino allo zero, per poter preparare questo show. L’associazione si augura che questi successi possano essere premiati dalle amministrazioni locali con la realizzazione di una pista in grado di accogliere tutti i praticanti di questo sport, che in soli due anni è diventato una splendida realtà nel basso Garda».Sara Mauroner

 

martedì 05 luglio 2005 provincia pag. 23

DESENZANO. L’associazione sportiva «Gardalago» rivolge un appello alle amministrazioni
«Una pista per pattinaggio a rotelle»
«In tutto l’hinterland gardesano manca una struttura adeguata»

 «Vogliamo far capire che il pattinaggio a rotelle è una splendida disciplina che, al pari delle altre, ha bisogni di spazi idonei per svilupparsi e crescere».
Queste le parole di Paolo Zuin, presidente dell’associazione sportiva dilettantistica «Garda Lago» nata nel 2002 a Desenzano per promuovere il pattinaggio artistico nel basso Garda. Il gruppo ha tra l’altro di recente conquistato la medaglia d’argento ai Campionati nazionali federali della specialità Solo-Dance 2005 per la categoria Prom.B, grazie all’esibizione della sirmionese Federica Loda.
L’attività viene svolta in parte alla palestra delle scuole medie di Sirmione, in parte al palazzetto dello sport di Lonato e comprende, oltre alla preparazione tecnica ed artistica per le gare, l’allestimento di coreografie di gruppo per saggi e spettacoli.
Gli spazi attualmente disponibili non sono però sufficienti e adeguati all’attività e questo provoca il malcontento dell’associazione. «In tutto l’hinterland gardesano non esiste una sola pista di pattinaggio artistico regolamentare se non il palazzetto dello sport di Lonato, in cui lo spazio disponibile in termini di ore di allenamento è assolutamente insufficiente - ha sottolineato Paolo Zuin -. Servono altre ore, per questo alcune atlete agoniste sono costrette ad integrare i due giorni di lezione con altri giorni di allenamento in altre strutture, con notevole dispendio economico e di energie nonché perdita delle migliori atlete  locali».
«Vogliamo inoltre far notare - ha aggiunto Zuin - che anche il pattinaggio come l’atletica, il nuoto, la pallavolo ha i suoi campionati italiani e se si potessero organizzare sarebbe un motivo in più per fermarsi nelle strutture ricettive del Lago di Garda anche in periodi di bassa stagione».
L’associazione chiede alle amministrazioni locali la realizzazione di una pista di pattinaggio regolamentare coperta. «Una struttura snella ed economica con fondo in cemento al vinilquarzo che non necessita di costosi impianti o manutenzione».
Sara Mauroner
 

GIORNALE DI BRESCIA di Martedì 25 gennaio 2005

Il circo pazzo dei pattinatori Spettacolo gratuito a Lonato
APPUNTAMENTO PROMOZIONALE

LONATO - Si svolgerà il 30 gennaio alle 16,30 al Palasport di Lonato, Il «Roller show Lonato 2005 - Crazy circus», il nuovo spettacolo di pattinaggio artistico ispirato al magico mondo del circo. Tigri e domatori, acrobati e pagliacci, rigorosamente su pattini a rotelle, saranno gli ambasciatori di uno sport che appassiona e diverte un numero sempre crescente di ragazzi e che sembra aver trovato una nicchia di eccellenza proprio nella zona del basso Garda. Più di cento atleti tra allievi e professionisti scenderanno in pista a testimonianza del crescente successo di questa disciplina che, per il secondo anno consecutivo, vede il Comune di Lonato offrire il proprio patrocinio all’evento. Oltre agli atleti della società Gardalago, sono stati infatti invitati a partecipare il gruppo spettacolo Harambee, una rappresentanza della società Roncadelle Skating Club e i più prestigiosi atleti della squadra nazionale italiana, che vanta un’eccellente tradizione di vittorie in ambito internazionale. Accanto a Roberto Riva (2 medaglie d’oro mondiali nel 2004 e campione del mondo nel 2003) scenderanno sul parquet del palazzetto di Lonato la coppia artistico formata da Gaia Grandi e Giovanni Dallarda (vice campioni del mondo sia nel 2004 che nel 2003). Tra gli atleti che offriranno agli spettatori emozionanti performance, segnaliamo alcune giovani molto promettenti, già messesi in luce nei recenti campionati italiani Aics, dove hanno guadagnato il podio nella specialità Solo Dance, nelle categorie internazionali Cadetti e Jeunesse. Ai campioni sopra citati e a queste giovani promesse, si ispireranno i piccolissimi, anche quest’anno presenza numerosa ed entusiasta guidati nelle loro coreografie dalla maestra Eliana Gatti. Afferma Paolo Zuin, presidente dell’Associazione Gardalago: «La società si augura che questi successi possano essere premiati dalle amministrazioni locali con la realizzazione di una pista che possa accogliere tutti i praticanti di questo sport, che in soli due anni è diventato una splendida realtà nel basso Garda».Crazy Circus è un evento collocato a conclusione delle manifestazioni previste in occasione della annuale Fiera di Lonato e sarà visibile gratuitamente presso il Palasport di Lonato, via Regia Antica, a partire dalle ore 16,30. Sponsor ufficiale della manifestazione la Elicent spa di Lonato.

Bresciaoggi martedì 24 maggio 2005 speciali pag. 30

Con il «Mazzolari» Trenzano regina del PATTINAGGIO

IL Palazzetto dello sport di Trenzano si è trasformato sabato 21 maggio nella “culla” del PATTINAGGIO artistico. Sotto l’attenta regia organizzativa dell’Aics e delle società affiliate Roll Club Bettini, Skating Time, PATTINAGGIO Travagliato, PATTINAGGIO Trenzano, P.A. Pol. Concesio, P.A. Joker e P.A. Gardalago, con il Patrocinio dell’Assessorato allo Sport del Comune di Trenzano, si è infatti svolta quella che potremmo definire la seconda, riuscita parte dell’edizione 2005 del Trofeo Teresa Mazzolari, gara promozionale che ha posto in primissimo piano l’intenzione di far crescere questa disciplina e il suo legame con i tanti giovani che potranno diventare i campioni del domani. Dopo il buon esito del primo appuntamento, svoltosi lo scorso mese, l’attenzione degli appassionati è tornata nuovamente ad indirizzarsi verso l’impianto trenzanese, che ha saputo ribadire a dovere l’elevato livello della scuola della nostra provincia e l’entusiasmo di tantissimi piccoli pattinatori che sono pronti a cimentarsi in questo sport Oltre 250 i protagonisti di questa intensa giornata di gare). In questo senso, accanto alla doverosa segnalazione di diversi, validi protagonisti che si sono segnalati nella rispettiva categoria come i vari Giuseppe Vezzoli, Gemma Pasolini, Francesca Rezzola, Annarita Antonini, Martina Casanova, Ilaria Arcari, Francesca Biasi, Ilaria Masini, Roberta Pasinetti, Greta Vittoriano e Valeria Monese (per non parlare del positivo apporto di piu’ di una società come Skating Time, Roll Club Bettini e PATTINAGGIO Joker che hanno saputo porre sotto la luce dei riflettori la qualità dei loro insegnamenti e dei loro atleti, conquistando i primi tre gradini del podio premiate dalla Responsabile del Settore P.A. Aics Cinzia Roversi, dal Presidente della Polisportiva Trenzanese Giovanni Toninelli e dal Presidente della Società PATTINAGGIO Travagliato Sig. Ricca), merita una significativa sottolineatura il preciso messaggio lanciato dal Memorial Mazzolari. Il PATTINAGGIO artistico, in effetti, è una disciplina certo faticosa ed impegnativa, ma riesce ad entusiasmare e a coinvolgere i suoi protagonisti, una prerogativa che merita di essere conosciuta a dovere. Vere e proprie feste di questo sport come la competizione bassaiola rappresentano lo strumento migliore per diffondere la pratica e la passione per il PATTINAGGIO ed un’arma vincente per “conquistare” i campioni del domani.
 

Bresciaoggi di Lunedi 18 Ottobre 2004

Dall’associazione «Gardalago» la richiesta di una pista agonistica che non c’è

PATTINAGGIO, il basso lago brilla ma ha bisogno di spazi adeguati

Dal dicembre del 2002, l’associazione sportiva dilettantistica «PATTINAGGIO artistico Gardalago» organizza corsi base per allievi dai 4 anni di età e stage avanzati di pre agonismo e agonismo. E in pochi anni, le attività hanno coinvolto oltre 80 iscritti nelle palestre di Sirmione, Lonato e Rivoltella nelle quali il sodalizio ha trovato ospitalità.

In campo agonistico i risultati non hanno tardato ad arrivare. Recentemente, infatti, due allieve - Giulia Zuin e Federica Marconi - Al recente campionato Italiano AICS si sono classificate rispettivamente prima e terza nella specialità «Solo dance» nelle categorie internazionale cadetti (la prima) e jeunesse (la seconda).
«La società si augura che questi successi - commenta Paolo Zuin, presidente dell’associazione - possano essere accolti e premiati dalle amministrazioni locali con la realizzazione di una pista che possa accogliere tutti i praticanti di questo sport, che in soli due anni è diventato una splendida realtà nel basso Garda».
In effetti, la situazione logistica non aiuta le ragazze che intendono dedicarsi all’agonismo: l’unica pista regolamentare accessibile nel raggio di 30 chilometri si trova nel palazzetto dello sport di Lonato, ma ha pochissime ore di disponibilità da offrire, e a caro prezzo. Alcune ragazze affrontano così l’onere di almeno tre trasferte settimanali a Roncadelle, accolte da Giuseppina Romano, presidente del Csc Roncadelle skating club, nel palazzetto comunale.
Attualmente, le lezioni per principianti e non agonisti si svolgono in parte nella palestra della scuola media di Sirmione, in parte nel palasport di Lonato e in parte nella palestra dell’oratorio di Rivoltella. Ma l’esiguità degli spazi ha messo in crisi la gestione degli allenamenti, e le iscrizioni sono state chiuse per il raggiungimento del numero massimo di allievi possibili.
«Semplicemente - prosegue Paolo Zuin - vogliamo far capire che il PATTINAGGIO a rotelle è una splendida disciplina, che al pari delle altre ha bisogno di propri spazi idonei per svilupparsi e crescere».
Anche il PATTINAGGIO, come l’atletica, il nuoto o la pallavolo, celebra campionati italiani che coinvolgono molti atleti; e una pista omologata attirerebbe, in caso di eventi sportivi di portata nazionale, almeno 1000 atleti e circa 1500 accompagnatori nell’arco di una settimana. Anche in bassa stagione. «Invitiamo quindi tutte le amministrazioni comunali della nostra zona - conclude Zuin - a prendere in considerazione la realizzazione di una pista regolamentare coperta: una struttura snella con fondo in cemento al vinilquarzo, che non necessita di particolari impianti o di manutenzione complessa».
Elisa Rocca

 

Dal Bresciaoggi di Sabato 10 Gennaio 2004
Un pomeriggio di sport con campioni e speranze del pattinaggio artistico
Tra le manifestazioni previste come ogni anno in occasione della Fiera di Lonato è stata inserita quest'anno una interessante novità a carattere sportivo. La società di pattinaggio artistico «Gardalago», impegnata ormai da due anni nella diffusione di questo affascinante sport nel basso Garda, ha organizzato, con il patrocinio del Comune, il «Roller Show Lonato 2004». Questo pomeriggio, a partire dalle ore 16, nel palazzetto dello sport di via Regia Antica saranno circa cento gli atleti che si esibiranno. Lo spettacolo promette di offrire agli spettatori le emozionanti performance singole di alcuni tra i più affermati pattinatori italiani e altrettanto coinvolgenti esibizioni di gruppo.
Oltre agli atleti della società «Gardalago» sono stati infatti invitati a partecipare il gruppo spettacolo «Harambee», una rappresentanza della società Roncadelle Skating Club e i più prestigiosi atleti della squadra nazionale Italiana, che vanta un'eccellente tradizione di vittorie in ambito internazionale.
Accanto a Tanja Romano (campionessa del mondo nel 2003) e Mauro Mazzoni (campione del mondo nel 1997 e campione europeo nel 2003), scenderanno sul parquet del palazzetto dello sport di Lonato la coppia formata da Gaia Grandi e Giovanni Dallarda - vice campioni del mondo nel 2003 - e Azzurra Dellaspina che lo scorso anno, nella Coppa Europa, ha conquistato la medaglia di bronzo nella specialità Solo Dance.
La Società pattinaggio artistico «Gardalago», costituitasi nel 2002, conta oggi tra le sue file circa ottanta atleti, che si allenano instancabilmente sotto l'esperta guida del professor Silvio Trevisan, già atleta di successo mondiale, e dei suoi collaboratori.
Lo spettacolo vuole offrire ad appassionati e neofiti l'occasione di avvicinarsi a una pratica sportiva che, ingiustamente, giunge di rado agli onori della cronaca, ma che non ha mai mancato di regalare enormi soddisfazioni allo sport italiano.
Elisa Rocca

Dal Bresciaoggi del 25 Settembre 2003

Successi per le giovani della <<Gardalago>> di Sirmione e Lonato

Le ragazze gardesane sul podio: nel basso lago il pattinaggio artistico è una bella realtà

Ai campionati italiani le giovani si sono distinte

Continuano i successi delle giovani atlete della «Società pattinaggio artistico Gardalago». Le ragazze, che sono state più volte campionesse provinciali e regionali, hanno partecipato ai recenti campionati italiani Aics tenutisi a Riccione meritando nella specialità Solo dance nazionale il terzo posto nella categoria Allievi con Giulia Zuin e il quinto posto nella categoria Promozionale A con Federica Marconi. Per la specialità del Singolo libero hanno raccolto le prime soddisfazioni della loro attività sportiva: Annalisa Zuin, classificatasi decima nella categoria Primi passi master 96, e Arianna Treccani che ha ottenuto la stessa posizione nella categoria Principianti master 90.
Ottimi anche il piazzamento di Federica Loda , quattordicesima nella categoria Promozionale A 90 e l'ottavo posto di Giulia Zuin nella categoria Aics Giovani gruppo 2. Sempre nella specialità del Singolo libero una menzione particolare meritano Federica Marconi, quarta nella categoria Special gruppo 2 e Stella Abbadini classificatasi terza nella categoria Azzurrini gruppo 3. Al gruppo formato da queste atlete, tutte qualificatesi agli ambiti Campionati Italiani Uisp 2003, si aggiungeranno, per sostenere le gare previste nel mese di ottobre, anche Annapaola Agostinelli e Ambra Berardi.
La Società pattinaggio artistico Gardalago si è costituita a Sirmione nel dicembre del 2002 per volontà dei genitori delle giovani atlete al fine di aiutarle nella preparazione tecnica e psico-fisica. Per non trascurare la gioia e il divertimento dello stare insieme la stessa società organizza anche settimane di vacanze - allenamento che favoriscono la coesione del gruppo.
L'attività, che viene svolta in parte nella palestra delle scuole medie di Sirmione e in parte nel Palazzetto dello Sport di Lonato è suddivisa in corsi base per allievi a partire dai 4 anni e in corsi avanzati di pre-agonismo e agonismo sotto la guida esperta del professor Silvio Trevisan che, oltre alla preparazione tecnica e artistica per le gare di singolo, sovrintende all'allestimento di coreografie di gruppo per saggi e spettacoli.
Maggiori informazioni su programmi di gara e spettacoli sono reperibili sul sito internet della società all'indirizzo www.gardalago.it
Elisa Rocca - Dal Bresciaoggi del 25 Settembre 2003

Chi Siamo ] Orari CORSI ] Descrizione Corsi ] Pattinaggio Pubblico ] La Pista ] Programmi Gara ] Medagliere ] Foto Gare ] Foto spettacoli ] Notizie ] Giornalino ] Rass-Stampa ] Collaborazioni ] Contatti ] Link ]

Copyright © 2002-2017 - Associazione sportiva Dilettantistica  Pattinaggio Artistico Gardalago - pa.gardalago@email.it
Aggiornato il: 03 maggio 2017